MODULO APPARECCHIATURE E TARATURE

Il modulo gestisce l'anagrafica delle apparecchiature in uso nel laboratorio di analisi, con indicazione di tutti gli elementi previsti dalla ISO/IEC 17025 par. 5.5.5. Programmazione tarature interne e/o esterne, interventi di manutenzione programmata ecc.) e registrazione di ogni intervento sulle apparecchiature. Stampa di Carta di Controllo di Shewhart delle medie (carte X) e dei range (carte R) per evidenziare tendenze dei risultati delle tarature/verifiche.

    TABELLE DI BASE (ANAGRAFICA APPARECCHIATURE E CAMPIONI DI RIFERIMENTO)

    Anagrafica

    • L’anagrafica delle apparecchiature e campioni di riferimento in uso nel laboratorio potrà contenere le seguenti informazioni: Matricola Interna, Tipo, Anno di costruzione, Produttore, Marca, Modello, P/N, S/N, Fornitore, Data di acquisto, Ubicazione, Certificato di taratura, Istruzioni di utilizzo, link ipertestuale ad un documento esterno (es. manuale d’uso), 10 Campi utente per l’utilizzo discrezionale e parametrizzabile.
    • Fuori servizio. Lo stato di Fuori servizio: - viene segnalato nelle funzioni di inserimento dei risultati per le analisi che utilizzano l’apparecchiatura in questione; - può essere stampata una etichetta che segnala il Fuori servizio oppure lo stato di taratura (data ultima taratura e scadenza successiva)

    Programmazione interventi

    Ad ogni apparecchiatura possono essere associati una serie di interventi programmati di varie tipologie (es. taratura, controllo interno, manutenzione esterna, manutenzione interna ecc...)
    Per ogni tipologia di intervento programmato sarà possibile definire:
    • La frequenza dell’intervento (obbligatorio)
    • Eventuale fornitore intervento (per interventi esterni)
    • L’utente/responsabile intervento
    • Le istruzioni per l’effettuazione dell’intervento
    • Il materiale di riferimento da utilizzarsi ed eventuale documentazione allegata con link ipertestuale
    • Eventuali campioni di riferimento interni da utilizzarsi per l’intervento (es. di taratura) dell’apparecchiatura;
    • 10 campi utente per l’utilizzo discrezionale e parametrizzabile;
    • Sarà inoltre possibile definire il dettaglio delle misurazioni da effettuare, il valore di riferimento ( o valori nominali) e la misura della tolleranza accettata ed il tipo di tolleranza (valore assoluto o %), nonché le formule di calcolo da utilizzarsi nelle verifiche, fra cui: variazione standard (n) o (n-1), massimo, minimo, media ecc
    INTERVENTI PROGRAMMATI
    In base agli interventi definiti ed alla frequenza programmata la funzione estrae gli interventi da effettuare sulle apparecchiature in un intervallo di date (es. oggi, la settimana corrente ecc.). Gli elenchi degli interventi programmati possono essere filtrati per i seguenti elementi: Data programmata, Responsabile intervento, Tipo Intervento, Fornitore, Tipo Apparecchiatura, Tipo Apparecchiatura, Matricola, Data Ultimo intervento effettuato, Frequenza Intervento.
      INTERVENTI EFFETTUATI

      Esecuzione interventi programmati

      La registrazione degli interventi permetterà di indicare i dati relativi all’intervento eseguito, fra cui:
      • Dati Principali: Tipo Intervento e Matricola (obbligatori), fornitore, responsabile, Rapporto di Taratura esterno eventualmente associato, link al documento, esito dell’intervento (es. conforme o non conforme), materiali di riferimento utilizzati ed istruzioni per l’esecuzione dell’intervento, 10 campi utente per l’utilizzo discrezionale e parametrizzabile.
      • Note esito/Azioni correttive. Eventuali annotazioni sull’esito dell’intervento e/o azioni correttive da intraprendere (es. eseguire nuova taratura da centro esterno ecc); potrà essere rilevata una non conformità;
      • Campioni di riferimento interni. Qualora l’intervento di taratura preveda l’utilizzo di campioni di riferimento interni questi possono essere elencati nell’apposita scheda. Quando anche i campioni di riferimento interni prevedono l’esecuzione di interventi programmati e questi non sono stati effettuati l’utente viene avvertito della non conformità del campione di riferimento.
      (ISO/IEC 17025:2005—5.6.3.1 Campioni di riferimento: Il laboratorio deve disporre di un programma e di una procedura per la taratura dei propri campioni di riferimento)
      Dettagli intervento. L’intervento riporterà i dettagli/misurazioni previste dall’intervento programmato; qualora venga indicato anche un valore di riferimento verrà effettuato il confronto fra il valore rilevato ed il valore atteso ± la tolleranza accettata, se indicata. Il valore fuori tolleranza verrà segnalato all’utente ed evidenziato in rosso.

      Registrazione altri interventi (non programmati)

      Oltre alla registrazione di interventi programmati è possibile effettuare registrazione di altri interventi (es. manutenzione straordinaria, riparazioni a seguito di guasti ecc.). Anche in questo caso potranno essere inseriti tutte le informazioni sull’intervento effettuato sopra descritte.

      Rapporto di intervento (es. Rapporto di Taratura)

      Dalla registrazione dell’intervento (sia programmato che non programmato) si potrà ottenere il Rapporto di intervento.

      Carte di Controllo di Shewhart

      Nella programmazione degli interventi è possibile definire le Carta di Controllo di Shewhart delle medie (carte X) e dei range (carte R) per evidenziare tendenze dei risultati delle tarature/verifiche.
      CARTA DELLE MEDIE
      Verranno rappresentati i seguenti valori:
      • Linea riportante i risultati delle medie rilevati per il periodo di analisi;
      • Retta della media attesa (X); Rette X ± sigma; Rette X ± 2sigma (limiti di attenzione); Rette X ± 3sigma (limiti di controllo)
      • Sotto il grafico verranno riportati i dati rilevati in forma tabellare ed i limiti calcolati come sopra.
      CARTA DEI RANGE
      Verranno rappresentati i seguenti valori:
      • Linea riportante i risultati dei range rilevati per il periodo di analisi;
      • Retta del range atteso; Retta LCL—limite di controllo inferiore; Retta LCL—limite di controllo inferiore
      • Sotto il grafico verranno riportati i dati rilevati in forma tabellare ed i limiti inseriti.